26/02/2022 Torna il progetto estivo per ragazzi "Ci sto? Affare fatica!"

Quest’anno al Comune di Albignasego il ruolo di capofila

Data di pubblicazione:
28 Febbraio 2022
26/02/2022 Torna il progetto estivo per ragazzi "Ci sto? Affare fatica!"

Dopo il grande successo dello scorso anno, torna il progetto “Ci sto? Affare fatica!!”, settimane di lavoro estivo dedicate ai giovani tra i 14 e i 19 anni. Come per il 2021 Albignasego, Casalserugo e Maserà collaboreranno insieme, con Albignasego come capofila. Per esigenze organizzative i posti saranno limitati e le iscrizioni saranno aperte a ridosso della fine dell’anno scolastico.

La scorsa estate nessuno avrebbe immaginato l’entusiastica adesione al progetto da parte dei ragazzi del territorio: tra partecipanti e tutor nei tre Comuni sono stati circa 350 i giovani ad aver partecipato e ad essere stati coinvolti, in cambio di buoni spesa nei negozi locali, in lavori di piccola manutenzione all’interno di scuole, parchi, nella riserva naturale dell’ex polveriera, nei cimiteri, in municipio e in biblioteca, con l’aiuto di tutor e di adulti “tuttofare”, che hanno insegnato ai giovani come realizzare gli interventi. «Un lavoro davvero importante per tutta la comunità» dichiara il sindaco di Albignasego, Filippo Giacinti, «che ha migliorato diverse aree ed edifici pubblici ma, soprattutto, si è trasformata in un’esperienza formativa per i nostri ragazzi, in uno scambio intergenerazionale che ha arricchito tutti». 

Anche quest’anno ai ragazzi sarà corrisposto un “buono fatica”: contrariamente alla passata edizione, si utilizzerà il portale “Welfare bene comune”, che gestirà i buoni in maniera informatizzata. I negozianti saranno in grado di monitorare le richieste in tempo reale e i ragazzi potranno scegliere autonomamente dove spendere i voucher.

«Oggi è più che mai fondamentale incentivare lo sviluppo delle potenzialità dei giovani» aggiunge l’assessore ai Servizi sociali, Anna Franco «per aiutare il loro processo di crescita socio-culturale e integrazione sociale, garantendo loro adeguate opportunità per esprimere autonomia, diffondere la cultura della solidarietà, incentivare il confronto fra generi e generazioni, favorire i processi di integrazione». 

Per ottimizzare al meglio la gestione dei ragazzi e degli interventi, il progetto nell’edizione 2022  prevede la formazione di 25 squadre di lavoro complessive: 13 Albignasego, 8 Casalserugo e 4 Maserà di Padova.

Ultimo aggiornamento

Martedi 04 Ottobre 2022