Ad Albignasego lavoratori disoccupati trovano lavoro grazie ai progetti di pubblica utilità

Data:
03 Marzo 2020
Immagine non trovata

Grazie alla formazione e all’impiego in attività di pubblica utilità svolta nel Comune di Albignasego, negli ultimi tre anni ben tredici persone, disoccupate da lungo tempo e con più di 55 anni, hanno trovato un nuovo impiego stabile, chi in campo amministrativo, chi nelle manutenzioni. Dopo il periodo di sei mesi trascorsi a lavorare per il Comune, impiegati in attività di pubblica utilità, sono stati assunti da ditte esterne e si sono pertanto reinseriti nel mondo del lavoro, diventando così economicamente indipendenti e non necessitando, pertanto più di un aiuto da parte di Servizi sociali comunali.

«E’ la prova che il progetto funziona» dichiara il sindaco Filippo Giacinti «e pertanto continuiamo ad attivarlo, per dare una nuova prospettiva di occupazione alle persone del nostro territorio che ne sono prive e ridare loro contemporaneamente la dignità di un lavoro».

Nel 2017 delle quattro persone coinvolte nelle attività amministrative, tre hanno trovato una nuova occupazione; inoltre cinque delle undici persone che hanno svolto l’attività di manutenzione del verde hanno reperito un lavoro.

Anche nel biennio 2018/2019 si è confermata la positività del progetto: due persone che hanno collaborato negli uffici amministrativi del Comune sono attualmente impegnate in attività lavorative presso delle aziende, mentre tre operai sono stati assunti da una cooperativa che si occupa di manutenzione del verde pubblico.

«La maggior parte di queste persone erano disoccupate da anni e con età superiore ai 55 anni» prosegue il sindaco Giacinti «e venivano pertanto supportate dai Servizi sociali per le loro difficoltà economiche: questo inserimento lavorativo ha permesso loro non solo di riacquistare una dignità personale, ma anche di farle uscire da un circuito assistenzialistico».

Per il terzo anno consecutivo il Comune di Albignasego ripropone pertanto nuovo progetto di pubblica utilità e cittadinanza attiva, finalizzato al reinserimento lavorativo di persone disoccupate da più di dodici mesi, di età superiore ai 30 anni e senza copertura di ammortizzatori sociali (Naspi Nuova assicurazione sociale per l'impiego, indennità di disoccupazione). Progetto approvato dalla Regione Veneto, che usufruisce di finanziamenti sia dell’Unione Europea sia della Fondazione della Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Le persone che necessitano di un impiego sono già state selezionate tramite un apposito bando per essere impiegati in attività amministrative di supporto agli uffici comunali (in tutto cinque persone) e in attività di manutenzione del verde pubblico (dieci persone), con un contratto a part-time per un periodo di sei mesi. Alcuni hanno già preso servizio in questi giorni, altri lo faranno nelle prossime settimane.

Il progetto si caratterizza per una particolarità: oltre all’esperienza lavorativa, è prevista una formazione obbligatoria sulla ricerca attiva del lavoro. Le persone coinvolte, infatti, supportate da personale esperto, imparano a redigere un curriculum vitae efficace e ad utilizzare tutti gli strumenti più innovativi per la ricerca di lavoro. L’obiettivo è appunto quello che, una volta concluso il progetto, possano reinserirsi autonomamente nel mondo del lavoro: i dati del Comune di Albignasego dimostrano che per qualcuno questo è possibile.

Ultimo aggiornamento

Domenica 20 Dicembre 2020