23/10/2021 Entro l'anno la gara per avviare i lavori dello scolo Carpanedo Sabbioni

Opera fondamentale per ridurre il rischio allagamenti

Data di pubblicazione:
23 Ottobre 2021
23/10/2021 Entro l'anno la gara per avviare i lavori dello scolo Carpanedo Sabbioni

Completato il progetto, entro l’anno il Consorzio di bonifica Bacchiglione bandirà la gara d'appalto per avviare i lavori di realizzazione del primo stralcio dello scolo Carpanedo Sabbioni, il grande canale che sarà realizzato dal Consorzio stesso, fondamentale per migliorare l’assetto idraulico di Albignasego e dei comuni contermini e ridurre il rischio degli allagamenti.
Ieri mattina il presidente Paolo Ferraresso con i tecnici del consorzio hanno incontrato il sindaco di Albignasego, Filippo Giacinti, e l’assessore Massimiliano Barison, per illustrare lo stato dell’opera.
La riunione è iniziata con la presentazione dei dati relativi all’eccezionale evento meteorico verificatosi lo scorso 6 ottobre, che ha visto cadere sul territorio di Albignasego 113 millimetri di acqua in un’ora, tanta quanta non se ne vedeva da cinquant’anni. Lo scolo Mediano era pronto a ricevere le acque meteoriche, ma l’enorme quantità di pioggia concentrata in un periodo di tempo limitato ha bloccato la rete, creando situazioni di allagamenti di strade e di interrati nella parte centrale del Comune.
Anche per ridurre il rischio di incorrere nuovamente in situazioni simili è necessario lo scolo Carpanedo Sabbioni, un’opera giunta alla progettazione definitiva, che collegherà il quartiere di Carpanedo con lo scolo Mediano, che porta le proprie acque nel fiume Bacchiglione. Un’opera imponente, dal costo di 5 milioni di euro, di cui la Regione Veneto ha finanziato il primo stralcio, per un valore di 1,7 milioni di euro, che partirà da via Bellini ad Albignasego per giungere fino a Bertipaglia di Maserà.
«Appena otterremo il resto del finanziamento» annuncia il presidente Ferraresso «saremo già pronti per avviare il secondo stralcio, che allungherà lo scolo fino a via Silvio Pellico. Siamo fiduciosi poiché abbiamo presentato molteplici domande di finanziamento e ci sono diversi fondi dedicati a opere di questo genere».
In questo momento sono in corso gli espropri necessari alla realizzazione del collettore, un grande canale ampio mediamente 8 metri, in grado di raccogliere l’acqua piovana dai fossi del territorio per convogliarla allo scolo Mediano e da lì al Bacchiglione, portandola via più rapidamente.
«Compito del Comune» precisa l’assessore Massimiliano Barison  «sarà di rendere efficiente il collegamento di tutti i fossati e degli scoli al nuovo collettore Carpanedo Sabbioni, migliorandone il deflusso anche attraverso un’accurata pulizia».
«Abbiamo accolto con grande soddisfazione la notizia della partenza del progetto, con l’avvio delle procedure espropriative» aggiunge il sindaco Filippo Giacinti. «Stando al programma prospettatoci dal Consorzio di bonifica, i lavori di scavo veri e propri partiranno in primavera. Quest’opera sarà fondamentale per la salvaguardia del territorio di Albignasego e confidiamo nell’erogazione dei finanziamenti necessaria al suo completamento, per rendere questo lavoro davvero efficace. Da parte nostra continueremo con gli ingenti investimenti annuali per la pulizia dei fossati e abbiamo condiviso con il Consorzio la necessità di avviare una stretta e continua  collaborazione per la manutenzione della rete idraulica minore che ci vedrà impegnati assieme anche nel coinvolgimento dei proprietari di aree private attraversate da fossati indispensabili al regolare deflusso delle acque meteoriche.».

Ultimo aggiornamento

Venerdi 22 Luglio 2022