COVID-19. Aggiornamento 20 aprile

Data:
20 Aprile 2020
Immagine non trovata

Ci ha lasciati NONNA LUCIA, una gentile Signora di 71 anni di Albignasego, già con problematiche pregresse, che aveva contratto il Covid-19. Non era molto conosciuta e non aveva parenti nella nostra provincia, la sua scomparsa non farà notizia come qualche recente caso di cronaca, ma anche per questo ci tengo a ricordarla e ad abbracciare i suoi familiari che hanno voluto lasciarmi la sua foto

Per quanto riguarda gli altri cittadini LE NOTIZIE SONO MOLTO BUONE: dall’inizio dell’epidemia i positivi ad Albignasego sono stati 60 di cui 41 ad oggi già guariti, quasi tutti gli altri sono in attesa del doppio tampone negativo. La nostra Città, seconda per numero di abitanti dopo il capoluogo, è al 70esimo posto su 102 comuni della provincia per numero di contagi rispetto alla popolazione, un dato che ci colloca tra i comuni meno colpiti 

Per quanto riguarda l’episodio di violenza che occupa i mezzi di informazione in questi ultimi giorni, lo CONDANNO incondizionatamente ma, con altrettanta fermezza, non posso che sottolineare come si tratti di un caso isolato che in alcun modo ci rappresenta:

ALBIGNASEGO è una Città che rispetta le regole, con migliaia di famiglie che, da quasi due mesi, sopportano con dignità le limitazioni a cui siamo sottoposti, nonostante i problemi del lavoro e le preoccupazioni per il futuro!
ALBIGNASEGO sono i nostri bimbi che fanno fatica a capire perché non possono vedere da settimane i loro amici, le maestre, i nonni..ma che lo accettano! Sono i nostri straordinari giovani che si sono adattati alla scuola a distanza e stanno sostenendo il sacrificio di non potersi incontrare con i coetanei in queste giornate di primavera!
ALBIGNASEGO sono i nostri anziani, spesso soli, lontani da figli e nipoti, a cui è vietato anche deporre un fiore in cimitero, ma che resistono!
ALBIGNASEGO sono le nostre associazioni culturali, di volontariato sociale, le società sportive che aspettano solo di poter ripartite!
ALBIGNASEGO sono i nostri commercianti, imprenditori, professionisti, alcuni dei quali fermi da quasi due mesi, che non vogliono arrendersi!
ALBIGNASEGO sono i nostri medici, infermieri, operatori sanitari, in prima linea in questa emergenza!
ALBIGNASEGO sono le migliaia di persone che hanno donato in questi giorni per le famiglie in difficoltà, la Protezione Civile e le decine di volontari che hanno lavorato senza sosta per consegnare mascherine e generi di prima necessità!
ALBIGNASEGO sono coloro che portano a casa la spesa e i medicinali agli anziani o alle persone in isolamento domiciliare, i professionisti che gratuitamente fanno supporto psicologico a chi vive delle fragilità e supporto informatico a chi non ha dimestichezza di questi strumenti; sono i cittadini che aiutano, donano e collaborano nell’anonimato!

FA SEMPRE PIÙ RUMORE UN ALBERO CHE CADE CHE UNA FORESTA CHE CRESCE 

ALBIGNASEGO È RISPETTO, SOLIDARIETÀ, SACRIFICIO ED È PIÙ FORTE DI QUALUNQUE ISOLATO EPISODIO NEGATIVO CHE NON RIUSCIRÀ AD OFFUSCARNE IL GRANDE CUORE 

IN SICUREZZA E RISPETTANDO LE REGOLE, ALBIGNASEGO NON VEDE L’ORA DI RIPARTIRE, ANCHE IN MEMORIA DI NONNA LUCIA!

 

Filippo Giacinti - Sindaco

Ultimo aggiornamento

Sabato 14 Novembre 2020