Ordinanza n. 22/2020 - Misure contingibile e urgenti a scopo precauzionale finalizzate a mitigare il rischio di diffusione COVID-19 nello svolgimento dell’attività di commercio nella forma dei mercati e altre forme di vendita senza posto fisso

Data:
06 Maggio 2020
Immagine non trovata

IL SINDACO

 

PRESO ATTO dell’Ordinanza n. 46 del 04 maggio 2020 del Presidente della Regione Veneto recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 – Ulteriori disposizioni – che prevede relativamente alla voce “Mercati e commercio senza posto fisso” aventi ad oggetto generi alimentari, vestiti e scarpe per bambini, piante e fiori, la fattibilità in conformità ai piani adottati dal sindaco che stabiliscano le seguenti condizioni:

  1. una perimetrazione nel casi dei mercati all’aperto;
  2. varchi di accesso separati da quelli di uscita;
  3. sorveglianza pubblica o privata che verifichi distanze sociali ed il rispetto del divieto di assembramento nonchè il controllo dell’accesso e dell’uscita;
  4. per venditori e compratori, uso obbligatorio di guanti monouso e mascherine garantendo copertura di naso e bocca, nonché il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro ;

RITENUTO pertanto necessario disporre le misure succitate per consentire l’attività dei commercio su area pubblica di generi alimentari valevoli dalla data della presente Ordinanza fino al 17 maggio compreso;

 

ORDINA

 

che fino alla data del 17 maggio 2020, il mercato del venerdì di Albignasego, limitatamente alla tipologia di prodotto consentiti ovvero generi alimentarivestiti e scarpe per bambini, piante e fiori, da parte di coloro che commercializzavano tale tipologia di prodotti prima del 11 Marzo 2020, sia circoscritto in Piazza Mattotti e per il solo banco del pesce in Piazza De Gasperi;

che, per il mercato del venerdì, siano adottate le seguenti indicazioni a cura dell’Amministrazione:

  • sia garantita la presenza di un unico varco di accesso separato da quello in uscita;
  • l’area del mercato sia perimetrata con percorsi che garantiscano la distanza intrapersonale di almento un metro ed evitino il crearsi di situazioni di assembramento;
  • per venditori e compratori, uso obbligatorio di guanti monouso e mascherine garantendo copertura di naso e bocca,
  • l’area sia sorvegliata con il coinvolgimento della Protezione civile, dell’Associazione Nazionale Carabinieri e con il coordinamento della Polizia Locale;
  • che gli esercenti l’attività di vendita su posteggi isolati, relativamente alla sola tipologia alimentare come da Piano del Commercio vignete, provvedano autonomamente alle operazioni di perimetrazione, controllo accessi ed uso dei dispositivi di protezione (guanti monuso e mascherine) da parte dei venditori e dei compratori, nonche la sorveglianza delle distanze interpersonali di sicurezza di almeno un metro, così da evitare situazioni di assembramento;
  • che gli esercenti l’attività di vendita in forma itinerante in possesso di licenza di tipo “B”, limitatamente per le tipologie merceologiche consentite, dovranno preventivamente informare la Polizia Locale circa i giorni e le aree pubbliche dove intendono svolgere l’attività al fine di effettuare gli opportuni controlli; gli stessi esercenti dovranno provvedere autonomamente alle operazioni di perimetrazione, controllo accessi ed uso dei dispositivi di protezione (guanti monuso e mascherine) da parte dei venditori e dei compratori, nonche la sorveglianza delle distanze interpersonali di sicurezza di almeno un metro;

 

DISPONE

 

che la Polizia Locale effettui la sorveglianza nel mercato del venerdì e gli opportuni controlli nel rispetto della prescrizioni succitate, disponendo, se necessario, anche la sospensione delle attività; per i posteggi isolati e commercio itinerante il solo controllo delle prescrizioni.

 

[...]

 

Per altre disposizioni del Sindaco, si invita a leggere l'ordinanza pubblicata per intero nella sezione "Allegati" qui di seguito. 

Ultimo aggiornamento

Sabato 14 Novembre 2020