23/12/2021 Quasi otto tonnellate di cibo raccolto per Natale

L’esito della “Spesa SOSpesa Natale 2021” conferma la grande generosità di Albignasego

Data di pubblicazione:
28 Dicembre 2021
23/12/2021 Quasi otto tonnellate di cibo raccolto per Natale

Sarà un Natale di festa anche per le famiglie di Albignasego che stanno vivendo un momento di difficoltà: grazie alla generosità di tanti cittadini, sulle loro tavole non mancherà il pranzo delle feste né un giocattolo ai loro bambini.

Si è conclusa infatti con i consueti risultati da record l’edizione natalizia della Spesa Sospesa, che dall’11 al 19 dicembre ha coinvolto decine di volontari che si sono messi a disposizione per raccogliere i generi di prima necessità che i cittadini hanno donato in cinque supermercati e in altrettanti minimarket del paese.

«Sono state raccolte circa 7,8 tonnellate di generi alimentari» illustra il sindaco Filippo Giacinti «per circa 14mila articoli che i volontari civici e delle associazioni hanno accolto e che la Protezione civile ha stoccato nella sua sede. A questi si aggiungono giochi e giocattoli che la Pro loco ha raccolto nel corso dei mercatini natalizi in piazza del Donatore, comprese diverse biciclette. Albignasego si conferma come una comunità dal grande cuore e dall’impagabile generosità: grazie a tutte le persone che hanno donato e operato come volontari anche per chi è meno fortunato sarà un Natale più sereno».

Cibo e giocatoli raccolto sono stati distribuiti ad alcune associazioni del territorio che provvederanno a recapitarli alle famiglie bisognose: Croce rossa italiana, Caritas, Pas, Emmaus, San Vincenzo e parrocchia di San Lorenzo.

Tutto ciò che avanzerà dalla distribuzione natalizia servirà come scorta per le consuete consegne delle prossime settimane.

«Come sempre accanto alla generosità di chi ha donato, c’è la grande partecipazione di decine di volontari» aggiunge Anna Franco, assessore alle Politiche sociali, «che hanno accolto il materiale e che lo distribuiranno. Senza il loro supporto difficilmente riusciremmo ad arrivare in maniera così capillare casa per casa, famiglia per famiglia. Un ringraziamento va anche ai dieci negozi che, con grande entusiasmo, hanno aderito la nostra iniziativa: da ogni punto vendita sono giunti beni di prima necessità, che sono stati poi riuniti assieme nella sede dalla nostra impagabile Protezione civile, cui va il ringraziamento per l’instancabile lavoro di raccolta e assemblaggio degli scatoloni ricchi di cibo e giocattoli».

Ultimo aggiornamento

Domenica 29 Maggio 2022