08/11/2022 4 Delegazioni straniere in visita ad Albignasego: 38 tra studenti e insegnanti per workshop su ambiente e clima

Data di pubblicazione:
09 Novembre 2022
08/11/2022 4 Delegazioni straniere in visita ad Albignasego: 38 tra studenti e insegnanti per workshop su ambiente e clima

Ospiti internazionali in visita ad Albignasego: fino a venerdì prossimo quattro delegazioni provenienti da Portogallo (una), Polonia (una), Turchia (due), sono ospiti delle famiglie locali nell’ambito del progetto europeo Erasmus+ dal titolo "Environmental Wars with Digital Games" sui temi del riscaldamento globale, dell’estinzione degli animali e sui pericoli del web. Ente ospitante è la scuola Valgimigli/Sant’Agostino e il team Erasmus che ha progettato l’evento è formato dalla dirigente scolastica Federica Silvoni insieme alle docenti Deborah Cerato, Ornella Milan, Laura Trivillin. Le delegazioni straniere sono formate da 24 studenti e 14 insegnanti con cui è stata avviata una collaborazione dallo scorso anno scolastico. 

Ieri mattina è stato organizzato il benvenuto per le quattro rappresentanze che sono arrivate ad Albignasego nella serata di domenica. Dopo la festosa accoglienza a scuola per studenti e docenti, questi ultimi si sono recati in villa Obizzi per un incontro con il sindaco Filippo Giacinti e Valentina Luise, assessore all’Ambiente, che hanno fatto conoscere Albignasego, consolidando con loro rapporti di collaborazione e amicizia.

A fare gli onori di casa è stato il primo cittadino all’interno di sala Verdi, che ha anzitutto raccontato la storia della Villa, un edificio storico oggi adibito a centro culturale e in passato scuola e sede comunale. “Riteniamo molto importante che si discuta di tematiche ambientali all’interno dei programmi scolastici e condividendo le esperienze dei vari Paesi, com’è obiettivo di questo progetto – ha sottolineato Giacinti -. Tra l’altro, proprio in questi giorni è in corso Cop 27, la Conferenza internazionale sul clima. Il tema è drammaticamente di attualità ed è prevista la presenza di duecento nazioni, migliaia di delegati governativi, istituzioni internazionali e ONG. Purtroppo però, non saranno presenti alcuni tra i Paesi maggiormente inquinanti. A livello europeo e, a cascata, locale, siamo molto sensibili alle tematiche ambientali: ne parliamo e mettiamo in atto politiche per la riduzione delle emissioni di CO2 . A livello comunale, stiamo attuando piani che impatteranno in modo deciso sulla trasformazione energetica, sulla mobilità sostenibile e la salubrità ambientale”.

L’assessore Luise è poi entrata nel dettaglio di questi piani, illustrando le politiche di valorizzazione e tutela ambientale attive ad Albignasego. “Il nostro Comune – ha detto Luise – ha un tesoro di circa 450 mila metri quadrati di aree verdi e circa 30 parchi pubblici. Ogni anno piantiamo centinaia di nuovi alberi e stiamo portando avanti i progetti di pianificazione del verde e riforestazione urbana per connettere tra loro e valorizzare le aree verdi presenti nel nostro territorio. In tema di energia, stiamo iniziando a sviluppare un progetto di comunità energetica, che prevede di realizzare un impianto fotovoltaico attraverso il quale cederemo energia e benefici alla popolazione del nostro territorio. In tema di rifiuti, da molti anni il Comune di Albignasego fa la raccolta differenziata porta a porta, con risultati ragguardevoli, perché siamo passati dal 33% al 77% di oggi. Quanto alle piste ciclabili, ne stiamo realizzando sempre di nuove e in questo momento stiamo sviluppando un progetto di sicurezza stradale e connessione tra piste ciclabili all’interno dei quartieri. In tema di trasporto pubblico, fin dalla precedente Amministrazione utilizziamo autobus elettrici, grazie all’impiego di fondi europei che siamo riusciti ad ottenere per questo scopo. Infine, un tecnicismo a cui però teniamo molto: sulla pianificazione territoriale, per ogni intervento edilizio realizzato, calcoliamo la quantità di anidride carbonica emessa e ne prescriviamo la compensazione attraverso la realizzazione di un’architettura ecosostenibile, oppure la piantumazione di nuovi alberi all’interno della proprietà o in aree pubbliche”.

“Molto è stato fatto rispetto al passato, ma abbiamo ancora tantissima strada da fare – ha concluso Luise -: stiamo approcciando a un nuovo modo di pianificare il nostro territorio e per il futuro siamo fiduciosi di riuscire a incrementare aree verdi, piste ciclabili, mobilità sostenibile”.

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 09 Novembre 2022