21/01/2022 Il Comune investe 655 mila euro in aiuti alle persone in difficoltà

Data di pubblicazione:
21 Gennaio 2022
21/01/2022 Il Comune investe 655 mila euro in aiuti alle persone in difficoltà

La spesa destinata al settore Sociale da Comune di Albignasego è di circa 3,8 milioni di euro, che rappresenta il 22,81% dell’intera spesa corrente. In questo grande capitolo che comprende ogni forma di aiuto e sostegno, sono stati destinati 655 mila euro in aiuti alle persone in difficoltà.
«Oltre centomila euro le abbiamo destinate all’aiuto immediato alle persone che si trovano in situazioni di disagio» illustra il sindaco Filippo Giacinti «aiutandole, ad esempio, nel pagamento delle bollette e dalla spesa (per un ammontare di 90 mila euro) e anche nel rimborso delle spese sanitarie (13 mila euro)».

Il Comune ha stanziato per l’emergenza abitativa 35 mila euro, cui si aggiungono 11 mila euro per il sostegno agli affitti e 16 mila per il sostegno all’abitare (per pagare le rate dei mutui, gli affitti arretrati, il deposito cauzionale per affittare un alloggio, per le spese condominiali).

Per aiutare adulti e anziani sono stati messi a bilancio 60 mila euro per gli inserimenti in strutture socio-sanitarie e in comunità, 175 mila euro per l’assistenza domiciliare e altri 35 mila per fornire pasti direttamente a casa. Per la tutela dei minori sono stati invece invece previsti 60 mila euro per il servizio educativo domiciliare, 95 mila per gli interventi disposti dal Tribunale per i minorenni e 65 mila euro l’affidamento eterofamiliare (attualmente ci sono 11 minori affidati a famiglie).

Cifre importanti, che pesano in maniera incisiva sulle casse comunali. Un’opportunità per reperire nuove risorse da destinare al sostegno e all’aiuto delle persone in difficoltà è data dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), che prevede diversi interventi nel settore sociale all’interno della cosiddetta Missione che si occupa di inclusione e coesione.
«Il Comune di Albignasego assiste attualmente circa 720 persone tra minori e adulti» aggiunge l’assessore al Sociale, Anna Franco «sia con disabilità che non: l’assegnazione di contributi dal PNRR significherebbe poter contare su nuovi strumenti di presa in carico e potenziare i servizi esistenti. Completata la ricognizione interna sul fabbisogno di assistenza per tutte le forme di fragilità che i Servizi sociali hanno attualmente in carico, è stata successivamente avviata una minuziosa attività di collegamento tra le situazioni di disagio dei cittadini e le opportunità di finanziamento del PNRR. Ora come Comitato sindaci ex Ulss 16 abbiamo deciso di presentare manifestazioni di interesse su tutte le linee di investimento della Missione 5 del PNRR per poi avviare un tavolo che traduca le esigenze di assistenza in progetti sinergici da sottoporre alla valutazione del Ministero».

Nell’ultimo Comitato dei Sindaci, ex Ulss 16 (distretti Bacchiglione, Terme, Colli, Piovese) il primo cittadino di Albignasego è stato indicato all’unanimità dai membri come loro rappresentante nell’esecutivo della Conferenza dei Sindaci, insieme a Padova e Piove che lo sono di diritto. «Un segnale di fiducia» dice il sindaco Giacinti «nei confronti dell’amministrazione di Albignasego, per il quale ringrazio tutti i miei colleghi. È essenziale questo clima di armonia tra i Comuni all’interno del Comitato per raggiungere gli importanti obiettivi che ci siamo prefissati».

Ultimo aggiornamento

Domenica 29 Maggio 2022